NEWS




Stato dell'arte circa il Regium@Lepidi Project

Thursday 27 February 2014 - Cari Amici Lions,seguono alcuni brevi aggiornamenti sui recenti importanti sviluppi del nostro service triennaleRegium@Lepidi-Project 2200.Il Dott. Nevio Danelon e lo staff della Duke University coordinato dal Prof. Forte stannoprogredendo a grandi passi nell’elaborazione dei dati raccolti a Reggio Emilia nei mesi scorsi,tant’è che già una gran parte del lavoro di ricostruzione virtuale della Reggio romana è stataeseguita. Quanto realizzato è ora al vaglio del Comitato scientifico, che dovrà dare il suo avallo alleipotesi ricostruttive cui sono pervenuti i ricercatori americani. Teniamo conto, in proposito, che delComitato in questione è componente il Dott. Luigi Malnati, Direttore per le Antichità presso ilMinistero dei Beni Culturali e, dunque, massimo esponente istituzionale (dopo il Ministro) incampo archeologico. Inutile osservare quanto sia determinante la sua approvazione dei risultati delProgetto.Vi è stato, nel frattempo, un notevole rafforzamento del rapporto di partnership instaurato fra ilnostro Club e il Comune di Reggio Emilia, tant’è che è stato quest’ultimo a sollecitareun’accelerazione negli sviluppi del Progetto, al fine di poterne consentire un’adeguatavalorizzazione entro la primavera prossima. Ciò ha indotto i nostri collaboratori della DukeUniversity, anche su nostra richiesta, a produrre concreti, seppur parziali, riscontri della propriaattività in favore del Progetto entro i tempi auspicati dal Comune.In varie riunioni tenutesi presso l’Assessorato alla Cultura è stato definito quanto segue.-Il 17 maggio 2014, presso il Museo, si terrà un evento pubblico, organizzato e pubblicizzato dalComune, di presentazione della ristrutturazione del Museo stesso, in cui sarà dato ampio spazio alnostro Progetto, che anzi verrà presentato come emblematico dello spirito e dello stile dellaristrutturazione dell’intero Museo. Ovviamente in tale evento saremo presenti, e protagonisti, comeLions.-In tale occasione verrà inaugurato un “corner”, posizionato in una sala del Museo, nel quale,mediante audiovisivi a ciclo continuo e l’utilizzo di una postazione fissa di computer (munita,peraltro, di due caschi per l’immersione totale nella realtà virtuale, già acquistati dal Comune alcosto di Euro 600,00 proprio in funzione del nostro Progetto e che saranno successivamente sfruttatianche per la sala da realizzarsi a nostra cura nel 2015) sarà possibile prendere cognizione,ovviamente in modo ancora minimale, di quello che apparirà nella sala che sarà da noi allestita nel2015. Il “corner” resterà fruibile ai visitatori del Museo sino al maggio 2015, data in cui contiamodi inaugurare la sala virtuale vera e propria.-Sempre in occasione dell’evento del 17 maggio 2014 verrà presentata un’applicazione di realtà’virtuale immersiva incentrata sul Foro di Regium Lepidi, basata su una tecnologia innovativa insenso assoluto a livello mondiale (OCULUS VR). Tant’è che il Museo di Reggio sarà il primomuseo archeologico al mondo a dotarsi di tale tecnologia. La Duke University sta testando dettatecnologia in queste settimane, proprio al fine di renderla fruibile per l’evento in questione.-La realizzazione del “corner” sarà a cura del Lions Club Reggio Emilia Host Città del Tricolore,che avrà quindi modo di dare adeguata visibilità al proprio operato di servizio alla comunità, nonchéai propri sponsor. Il “corner” sarà operativo per un anno, sino all’inaugurazione della sala museale.-Nel “corner” sarà anche possibile osservare un modello progettuale della sala virtuale (la cuidimensione reale sarà di m. 12,00x4,30 e la cui collocazione nel Museo è già stata individuata) cheverrà realizzato dal nostro Socio Arch. Alberto Cari Gallingani in collaborazione con la componentescientifica del Progetto.I recenti sviluppi del service ci danno grande convinzione che tutto stia procedendo nelmigliore dei modi. Su due aspetti, essenziali per il nostro impegno nell’iniziativa, siamoassolutamente ottimisti. Ci riferiamo al piano economico, anche grazie all’apporto dei nostrisponsor, e a quello della visibilità, considerato il nostro inossidabile rapporto con la DukeUniversity e il rafforzato interesse per il Progetto da parte della Pubblica Amministrazione.Riteniamo che la valorizzazione pubblica dell’evento e la ribadita garanzia avuta dal Comunecirca la libera gestione per un anno, da parte nostra, del “corner” (oltreché, come da sempreprevisto, degli spazi della sala virtuale e del software in via di realizzazione) ci consentiranno diproporci con maggior concretezza ad ulteriori eventuali sostenitori finanziari del Progetto da qui al2015.Ci permettiamo, inoltre, una considerazione: il fatto che la sala che andremo a realizzare siadivenuta parte integrante ed organica del complessivo progetto di ristrutturazione del Museo ciautorizza a confidare che non saremo certamente lasciati soli qualora dovessero insorgereimpreviste problematiche nel corso dello sviluppo del Progetto.E’ necessario, infine, che il Club ponga la propria attenzione su un elemento che forse non èancora stato del tutto metabolizzato, sia nell’àmbito lionistico che in quello esterno alla nostraAssociazione. Dobbiamo tutti quanti essere pienamente consapevoli e orgogliosi del fatto cheattraverso il contributo fornito dal Prof. Maurizio Forte e dalla Duke University, sia stato attivato unprocesso tecnico-scientifico la cui valenza economica complessiva è stimabile in svariate centinaiadi migliaia di Euro. Non vorremmo che sfuggisse il fatto che al Dott Nevio Danelon, che da ormai10 mesi sta lavorando a tempo pieno al Progetto, sono stati messi a disposizione i migliori softwaree laboratori digitali del mondo. E non si deve in alcun modo dimenticare quanto la Duke Universitysta investendo in risorse umane e finanziarie, proprio per consentirci di offrire alla nostra città unservice di valenza largamente superiore al capitale da noi messo a disposizione come Club. Lariprova della valenza assoluta del Progetto è confermata, se ancora ve fosse bisogno, dal fatto chel’Amministrazione Pubblica sta addirittura investendo risorse economiche a favore della nostrainiziativa. Chi, fino a poco tempo fa, lo avrebbe potuto immaginare?Regium@Lepidi-Project 2200Il Comitato organizzatore

agenda eventi

       
DICEMBRE 2017
[Wednesday 13 December 2017]
do lu ma me gi ve sa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
<< novembre gennaio >>

Bollettino

Scarica il bollettino 575 - giugno 2013 in PDF

Archivio bollettino

Se vuoi ricevere il bollettino del Club in pdf, lasciaci la tua mail: